Chi sono

Cecilia Gautier
Mi chiamo Cecilia Gautier e aiuto le donne e le coppie a sostenere la propria fertilità e salute intima in modo naturale.

Sono una ricercatrice: appassionata dal femminile, mi impegno a integrare le conoscenze che provengono dalle varie società tradizionali del mondo (Maya, Ayurvedica, Essena e Egizia) con le ricerche scientifiche più recenti sull’anatomia, la fisiologia e gli aspetti psicofisici.

Mi impegno a tradurre tutto questo in passaggi semplici per permetterti di prenderti cura della tua salute intima naturalmente, con rispetto.

Ci tengo particolarmente a veicolare informazioni precise e corrette scientificamente, e per questo organizzo corsi e workshop per professionisti della salute e del benessere femminile: perché i terapeuti sono i primi ad avere un ruolo educativo, perché le donne e le coppie possano avere sia la conoscenza che gli strumenti per decidere quali sono le scelte più giuste per la loro vita, la loro situazione e i loro valori, nel percorso di fertilità e di salute ginecologica.

 

Le mie qualifiche

Sono un’insegnante del metodo sintotermico Roetzer (metodo naturale di gestione della fertilità), formata presso l’INER di Verona, e un’educatrice all’affettività e alla sessualità, formata presso lo IUSVE di Venezia.

In parole semplici, l’insegnante di metodi naturali è la figura che aiuta la donna e la coppia a leggere il ciclo mestruale e a comprenderlo in modo scientifico, per:
EVITARE LA GRAVIDANZA (senza contraccettivi e con una sicurezza pari a quella della pillola),
CERCARE IL CONCEPIMENTO (dando delle informazioni chiave in caso di difficoltà di concepimento o di aborti spontanei),
AUTOCONOSCENZA: leggere l’andamento del ciclo mestruale, connettersi con i suoi ritmi e l’ovulazione, monitorare i livelli ormonali e prevenire naturalmente eventuali disequilibri futuri.

Ho poi completato una formazione all’Università di medicina di Lione (Francia) sul ripristino medico della fertilità fisiologica (simile alla NaproTecnology). Si tratta di uno studio specifico del ciclo mestruale che permette ai medici di effettuare delle indagini mirate e di ripristinare la fertilità, anziché bypassarla con delle tecniche extra-corporee (come la fecondazione assistita), in caso di difficoltà di concepimento e di aborti spontanei ricorrenti. Questo approfondimento mi dà una conoscenza solida del sostegno dei cicli naturali e della fertilità, per comunicare e assistere al meglio i professionisti medici nel loro ruolo di aiuto alle donne e alle coppie.

* Non sono un medico né una professione sanitaria, sono un’educatrice specializzata nel sostegno naturale della fertilità.*

Sono una Certified e Advanced Arvigo(R) practitioner, il che significa che sono specializzata nei trattamenti addominali Maya per la fertilità, la gravidanza, e il sostegno in caso di problematiche quali l’endometriosi, il dolore pelvico, e altre condizioni elencate in fondo a questa pagina. Ho anche approfondito l’ayurveda, le erbe e gli olii essenziali, il sostegno in puerperio (con Innate traditions Postpartum care).

E, last but not least, effettuo trattamenti energetici e vibratori da più di 10 anni, che lavorano tramite dei punti di digitopressione per aiutare la persona a riconnettersi con il suo centro, la propria forza, a rimuovere i blocchi che appesantiscono. I benefici principali che vengono riscontrati sono “una percezione incredibile del bacino e dell’utero”, “una riduzione molto rapida dei dolori mestruali”, “una sensazione di maggiore centratura, sicurezza e speranza” e ” un senso di pace e di armonia rispetto agli avvenimenti passati difficili” (principalmente aborti spontanei o volontari).

Sono un’operatrice olistica professional SIAF n°LI2173P-OP, autorizzata ad organizzare corsi di aggiornamento professionale e a rilasciare attestati validi per il riconoscimento dei crediti ECP ai sensi della L4/2013

.

Dove mi trovi?

A Genova: ricevo in studio nel centro di Genova, dove seguo in modo personalizzato le donne e le coppie con delle consulenze e dei trattamenti. Il mio ruolo è quello dell’operatore olistico, che non si sostituisce in nessun modo alla diagnosi e alle cure mediche, ma agisce in complemento per un maggiore benessere e un sostegno naturale del corpo e delle sue innate capacità di recupero.

Online: seguo anche a distanza (su zoom, skype o whatsapp video). Trovi tutti i dettagli qui.

 

Contatto

Mi puoi contattare a info@lamandorla.eu

 

Cecilia Gautier

 

Perché uso il termine “dottoressa”?

Sono straniera, e all’estero i “dottori” sono o medici o hanno completato un dottorato di ricerca…

Ho capito che invece in Italia il temine “dott.ssa” permette di individuare chi ha conseguito una laurea universitaria. Mi permetto di utilizzarlo, in quanto ho conseguito 3 lauree in Francia:
– una laurea quadriennale in Economia e commercio (indirizzo economia dello sviluppo e gestione di progetti di solidarietà internazionale) nel 2007
– una laurea magistrale in Relazioni internazionali (indirizzo ricerca) presso l’Università di Diritto Panthéon-Assas, Parigi, nel 2011
– un’altra laurea di Master II° livello in una tematica simile talmente di nicchia e specifica alla realtà francese che risulta intraducibile, sulla cooperazione internazionale che parte dalle piccole realtà sociali ed istituzionali.

Le materie studiate non sono pertinenti ai temi che tratto oggi, che ho approfondito tramite molti corsi, con diplomi ed attestati (ma nessuna laurea, siccome non esiste nel campo che tratto ora). Ma le competenze derivate dagli studi universitari fatti in precedenza mi accompagnano ancora quotidianamente:

– la capacità a fare ricerca: cercare informazioni valide, scientificamente corrette, confrontarle con opinioni e studi contrastanti, e ciò in varie lingue (e scartare tutte quelle info senza fondamenta, il che non è cosi semplice come sembrerebbe);

– l’attenzione nell’analisi dei dati e delle statistiche, e del dettaglio di come questi dati sono stati prodotti (spesso in contrasto con le cifre finali riportate nelle conclusioni di studi scientifici, farmaceutici e non);

– la comprensione del potere dei lobby a livello internazionale, e delle diramazioni in tutti i settori, incluso quello della sanità, e del divario tra la conoscenza scientifica all’avanguardia e l’implementazione pratica a tutti i livelli della società, dalla formazione universitaria alla pratica dei professionisti;

– la passione sconfinata per i grafici e le tabelle: sono passata dalle curve dei tassi di cambio alle schede sintotermiche e le curve di temperatura. Studiare la VITA e il FEMMINILE con queste curve mi entusiasma al tal punto che ci dedico la maggior parte delle mie energie.